Vogliamo agevolare la tua visita. We want to make your visit easier.

Il Carnevale di Venezia

Il Carnevale di Venezia

EDIZIONE 2017Dall'11 al 28 Febbraio 2017 (EVENTO TRASCORSO)

Gli appuntamenti principali dell'edizione 2017:

  • 11/02/2017 - La Festa Veneziana sull'acqua parte prima
  • 12/02/2017 - La Festa Veneziana sull'acqua parte seconda
  • 18/02/2017 - Festa delle Marie
  • 19/02/2017 - Il volo dell'Angelo
  • 26/02/2017 - Il volo dell'Aquila
  • 28/02/2017 - Premiazione della Maria del Carnevale 2016
  • 28/02/2017 - Lo "Svolo del Leon"
 

UN PO DI STORIA...

...Origini e significato del Carnevale di Venezia

La prima testimonianza del Carnevale di Venezia risalirebbbe ad un documento del 1094, nel quale si parlerebbe di divertimenti pubblici, citando per la prima volta la parola Carnevale.
Si pensa che l'istituzione del Carnevale nella repubblica veneta nasca dall'esigenza di concedere alla popolazione un periodo di divertimenti e di gioco con musiche e balli sfrenati, con lo scopo di dare un momento di sfogo sopratutto ai ceti più umili, proprio nella logica del "panem et circenses" dell'Antica Roma.
Le maschere ed i costumi che venivano utilizzati, garantendo l'anonimato, contribuivano a raggiungere inoltre una sorta di livellamento delle classi sociali ed era permessa la pubblica derisione delle autorità e dell'aristocrazia. Questo andare oltre i limiti veniva tollerato, all'interno del periodo del Carnevale, proprio come sfogo a tutte quelle tensioni che interessavano soprattutto la parte della popolazione che apparteneva alle classi più povere.

...Il Carnevale antico

Fu nel 1296 che venne per la prima volta emanato un editto dal Senato della Repubblica, nel quale veniva dichiarato festivo il giorno precedente la Quaresima: il Carnevale di Venezia divenne così una festa pubblica.
Tale festa fu, per molti secoli, una lunga celebrazione, che durava dal 26 dicembre al Mercoledì delle ceneri, anche se in molti casi i festeggiamenti iniziavano già dall'inizio di ottobre.

Piazza San Marco, la Riva degli Schiavoni e tutti i maggiori Campi di Venezia diventavano luogo di giochi, spettacolo e divertimenti: giocolieri, acrobati, musicisti, danzatori, spettacoli con animali intrattenevano gente di qualsiasi età e ceto sociale, facendo passare tutto ciò che era lavoro e affari in secondo piano. I venditori ambulanti proponevano i loro prodotti, tessuti, spezie e cibi, anche proveniente da paesi lontani, dal lontano Oriente.
Ma il divertimento non era solo quello pubblico, nelle strade e nelle piazze: anche nelle case private, negozi, palazzi dei ricchi signori venivano organizzate feste, balli in maschera e piccoli spettacoli di ogni genere, anche molto trasgressivi.

Con il passare dei secoli vennero introdotti appuntamenti fissi con la popolazione e i visitatori, come la Festa delle Marie (introdotta probabilmente già a partire dal 943, anche se ufficialmente se ne parla solamente dal 1039) e il Volo dell'Angelo (che ebbe origine attorno alla metà del Cinquecento)

Fu così che, soprattutto a partire dal XVIII secolo, il Carnevale di Venezia valicò anche i confini italiani, diventando evento di fama internazionale e attirando visitatori da tutta Europa.

...il Carnevale moderno

Solo la caduta della Repubblica di Venezia ad opera di Napoleone riuscì a fermare questa tradizione secolare che dal 1797 venne interrotta per quasi due secoli per timore di disordini e ribellioni nella popolazione. Solo alcune delle isole maggiori della Laguna Veneta, come Murano e Burano, continuarono in parte i festeggiamenti, anche se in modo ridotto.
Nel 1979, grazie all'iniziativa di alcune associazioni di cittadini e con il contributo di diversi enti, tra cui il Comune stesso di Venezia, il teatro la Fenice e la Biennale, la storica manifestazione veneziana riuscì a rinascere, anche se con modalità ed uno spirito diversi, ma ottenendo in pochi anni una fama mondiale ancora più vasta del Carnevale antico (grazie soprattutto alla visibilità mediatica).
Nelle edizioni moderne si ha solitamente un tema di fondo, al quale si ispirano tutte le grandi feste e gli eventi collaterali e non sono mancati gemellaggi con altre città italiane o con città in tutto il mondo.
 
I giorni più importanti del Carnevale moderno sono il Giovedì grasso e il Martedì grasso, anche se dal punto di vista turistico le maggiori affluenze si registrano durante i due fine settimana.
Il Carnevale di Venezia viene oggi concentrato in soli undici giorni: un periodo ricco di eventi che creano una grande festa popolare che riunisce gente di ogni età che partecipa sia agli eventi ufficiali, sia a quelli privati, organizzati come in passato nei grandi palazzi che si rianimano con balli e feste in maschera e nei quali si rivivono le atmosfere di un tempo.

Vuoi fare una breve vacanza per partecipare a questo evento? Richiedi un preventivo personalizzato

Quale località Italiana ti piacerebbe visitare?

Cerca un luogo che ti piacerebbe visitare, conoscere e scoprire

I cookie ci aiutano a migliorare la fruizione del nostro sito. Scopri di più