Vogliamo agevolare la tua visita. We want to make your visit easier.

Bellagio - Ville nobiliari sul Lago di Como

Ville nobiliari sul Lago di Como

Il fascino di Bellagio, che attirava numerosi visitatori tra le famiglie nobiliari più importanti d'Italia e d'Europa, si concretizzò nella costruzione di antiche dimore nobiliari sulle rive del Lago di Como, circodate da parchi e giardini secolari. 

Alcune di esse sono, almeno in parte, aperte al pubblico e visitabili:

  • Villa Melzi d'Eril: sorge sulla litoranea che da Bellagio porta a Como ed è tuttora abitata. Solo i giardini, il piccolo museo allestito in un padiglione vicino alla villa e la Cappella neoclassica sono visitabili, mentre il resto della villa non è aperto al publico. La villa fu edificata agli inizi dell'800 per Francesco Melzi d'Eril, l'allora Duca di Lodi, che diede l'incarico di costruirla all'architetto di ispirazione neoclassica Giocondo Albertolli, ma parteciparono alla sua decorazione numerosi artisti dell'epoca: i pittori Appiani e Bossi, gli scultori Antonio Canova, Giovan Battista Comolli e Pompeo Marchesi, lo scenografo Alessandro Sanquirico e il bronzista Luigi Manfredini. Tutto il complesso include, oltre la Villa, la Cappella in cui sono conservate le spoglie della famiglia Melzi, i giardini, che siestendono per 800 metri lungo la costa del Lago di Como, l'aranciera (oggi adibita a museo) e la collina-pineta, oggi divisa dai giardini da una strada comunale costruita successivamente.
  • Villa Serbelloni: fu costruita nel XV secolo sul luogo dove sorgeva un antico castello raso al suolo nel 1375, in posizione strategica, dominante sul centro storico. Oggi è di proprietà della fondazione Rockefeller di New York e solo i suoi giardini sono visitabili. I sentieri presenti nei giardini conducono, oltre che alla Villa, anche al Convento dei Cappuccini e alla Sfondrata (residenza costruita dalla famiglia degli Sfondrati, sul ramo di Lecco). Alessandro Serbelloni ne diventa il proprietario nel 1788, contribuendo ad arricchirla di opere d'arte del XVII e XVIII secolo. Nel 1905 la Villa diventa, sotto altri proprietari, hotel di Lusso, fino al 1930, quando la acquistò la principessa di origine americana Ella Thurn und Taxis. Nel 1959 diventò, per lascito testamentario della stessa principessa, proprietà della fondazione Newyorkese. Oggi la Villa ospita convegni internazionali.

 

Vuoi visitare Bellagio? Richiedi un preventivo personalizzato

Quale località Italiana ti piacerebbe visitare?

Cerca un luogo che ti piacerebbe visitare, conoscere e scoprire

I cookie ci aiutano a migliorare la fruizione del nostro sito. Scopri di più