Vogliamo agevolare la tua visita. We want to make your visit easier.

La storia di Mantova

La storia di Mantova

Fin dai tempi degli Etruschi e successivamente dei Celti, Mantova costituì sempre un centro abitato, ma fu solo con l'arrivo dei Romani che iniziarono le prime opere di fortificazione della città. Con la caduta dell'Impero Romano, la città venne conquistata da Odoacre e poi da Teodorico, re dei Goti.

Attorno all'anno 1000 ebbe inizio il dominio dei Canossa, che durò poco più di 100 anni e durante il quale vennero edificati diversi conventi e chiese e al quale seguirono anni di scontro con le popolazioni confinanti veronesi, cremonesi e reggiano e si alternarono diverse potenti famiglie al comando della città.

Nel 1328 iniziò il governo della Famiglia Gonzaga, che durò per quasi quattro secoli e costituì per Mantova un periodo di grande splendore, facendola diventare uno dei massimi centri d'arte non solo in Italia, ma in tutta Europa: numerosi artisti del calibro di Pisanello, Leon Battista Alberti e Andrea Mantegna contribuirono allo sviluppo artistico ed estetico della città.
Uno sviluppo arrestato nel 1630 dal saccheggio subito da parte dei Lanzichenecchi, che diffusero anche la peste in città: iniziò così il declino di Mantova e della Famiglia Gonzaga, che, nel 1707, lasciò spazio agli Austriaci al governo della città. Seguì una parentesi di dominazione francese, per poi tornare sotto il controllo austriaco nel 1815, quando divenne parte fondamentale del Quadrilatero, insieme a Peschiera, Verona e Legnago.

Nel 1866 Mantova entra a far parte del Regno d'Italia.

Dal 2008 Mantova è stata inserita nella lista dei patrimoni dell'umanità UNESCO e per il 2016 è stata eletta Capitale italiana della Cultura.

 

 

Vuoi visitare Mantova? Richiedi un preventivo personalizzato

Quale località Italiana ti piacerebbe visitare?

Cerca un luogo che ti piacerebbe visitare, conoscere e scoprire

I cookie ci aiutano a migliorare la fruizione del nostro sito. Scopri di più