Vogliamo agevolare la tua visita. We want to make your visit easier.

Otranto - Otranto: costa Adriatica del Salento

Otranto: costa Adriatica del Salento

Percorriamo il tratto di costa nei dintorni di Otranto: ci troviamo davvero all'estremità più orientale dell'Italia e più precisamente visitiamo il tratto del Salento che si affaccia sul Mar Adriatico.


In poco più di 30 km di costa possiamo vedere alcuni dei paesaggi e panorami più belli d'Italia: tanto sole, mare, natura...e storia!

Partendo da nord, a circa 20 km da Otranto, possiamo vedere:

  • BAIA DI TORRE DELL'ORSO: considerata una delle spiagge più belle della Puglia, si tratta di una baia che in poco meno di un chilometro concentra uno spettacolo straordinario di sabbia bianca e fine che va a formare delle dune basse, il tutto coronato da una pineta che fa da sfondo e da un mare limpido e cristallino. Particolarità di questo angolo d'Italia da vedere assolutamente sono i due faraglioni naturali, chiamati "le due sorelle", che fanno fa contrappunto a ciò che qui ha costruito l'uomo, la Torre dell'Orso: un'imponente torre costiera cinquecentesca che sovrasta la baia. Oggi famosa località balneare, ma in passato Torre dell'Orso fu un importante porto di Roca, antica città che si trova poco distante dalla baia e menzionata anche da Virgilio nell'Eneide.
  • TORRE SANT'ANDREA: caratterizzata dai famosi faraglioni, questa parte di costa è costituita prevalentemente da scogli, con alcuni punti di facile accesso al mare ed altri adatti a nuotatori più esperti. Un'esperienza assolutamente da fare è nuotare tra le rocce, grotte, insenature e cavità che vi si presenteranno davanti agli occhi visitando questo spettacolo naturale. A poca distanza dai faraglioni si trova il piccolo villaggio di Torre Sant'Andrea, che ospita una spiaggetta sabbiosa, che costituisce anche il piccolo porticciolo del paesino.
  • BAIA DEI TURCHI: La Baia dei Turchi, raggiungibile solo a piedi dall'entroterra, non solo costituisce uno dei luoghi più belli del Salento, ma è anche un importante luogo per la storia di Otranto, in quanto si pensa che fu proprio qui che nel XV secolo sbarcarono i Turchi che assediarono la città e fecero strage della popolazione durante la Battaglia di Otranto. La spiaggia appartiene all'oasi protetta dei Laghi Alimini, zona classificata come Sito di Importanza Comunitaria (SIC). Dal 2007 inoltre, la Baia dei Turchi è stata inserita dal FAI nei 100 luoghi da salvare in Italia. Si tratta di un vero e proprio paradiso nel Sud Italia, costituito da una lingua di sabbia bianca finissima, circondata dalla ricca vegetazione mediterranea.
  • OTRANTO: anche otranto dispone di due piccole spiagge cittadine, in cui il mare risulta limpido e cristallino come in tutto il Salento
  • CAPO D'OTRANTO O PUNTA PALASCIA: costituisce la vera estremità più orientale del Salento e dell'Italia. Essendo un punto non facilmente raggiungibile, è anche uno dei luoghi più caratteristici ed incontaminati di tutta la Puglia: possiamo vedere ancora la fitta vegetazione tipica dell'area mediterranea che circonda il Faro di Punta Palascia che si innalza tra le rocce, andando a sovrastare il mare cristallino che lo circonda e nel quale è facile perdersi con lo sguardo. Questo luogo è stato riconosciuto come uno dei cinque siti più importanti di tutto il Mediterraneo ed il mantenimento e la ristrutturazione del faro sono garantiti anche grazie all'interessamento della Comunità Europea. Due le curiosità legate a questo luogo:
    1. durante la notte di Capodanno moltissime persone si riuniscono qui, per poter ammirare la prima alba del nuovo anno!
    2. secondo le convenzioni nautiche Punta Palascia si trova esattamente in mezzo al punto di separazione tra Mar Ionio e Mar Adriatico. 
  • PORTO BADISCO: secondo Virgilio fu proprio qui che Enea giunse in Italia, dopo la fuga da Troia, almeno questo è quanto emerge da un'interpretazione dell'Eneide. Badisco rimane comunque un luogo da vedere, soprattutto per la famosa "Grotta dei Cervi": uno tra i più importanti complessi ipogei d'Europa. Si tratta di una insenatura naturale costiera che include un corridoio lungo circa 200 metri con disegni risalenti al Neolitico, ancora in ottimo stato di conservazione (al momento la grotta non è visitabile)

Vuoi visitare Otranto? Richiedi un preventivo personalizzato

Quale località Italiana ti piacerebbe visitare?

Cerca un luogo che ti piacerebbe visitare, conoscere e scoprire

I cookie ci aiutano a migliorare la fruizione del nostro sito. Scopri di più